Croatian(HR)Slovensko (Slovenija)Italian - ItalyDeutsch (DE-CH-AT)English (United Kingdom)

Japanese(JP)

PAGINA INIZIALE PROFESSORI
  • Banner
  • Banner
Facebook Image

Fabio SpruzzolaFabio Spruzzola (02.08.2017-05.08.2017)

Allievo di Giorgio Oltremari, si é poi diplomato al Conservatorio G. Verdi di Milano, dove in seguito ha frequentato il biennio specialistico laureandosi a pieni voti con una tesi sull’interpretazione della musica barocca. Perfezionatosi con Oscar Ghiglia e Ruggero Chiesa, negli anni ‘80 ha vinto numerosi premi e concorsi di esecuzione musicale. E’ stato collaboratore musicale del Piccolo Teatro di Milano, del Teatro dell’Opera di Genova e del Teatro alla Scala di Milano per l’allestimento di opere e spettacoli con musiche di Verdi, Rossini, Donizetti e Castelnuovo Tedesco. E’ attivo da anni sulla scena concertistica in qualità di solista ed in prestigiose formazioni cameristiche come Archi della Scala, Sestetto Scaligero e Orchestra di Bergamo, con cui si è esibito nelle sale da concerto di tutto il mondo. Docente di chitarra presso il Conservatorio di Verona, ha insegnato al Conservatorio di Milano e di Udine e tenuto corsi di perfezionamento presso l’Accademia Hipponiana di Reggio Calabria e l’Agimus di Viterbo.

http://consno.it/docenti-s/39-it/curriculum/375-fabio-spruzzola-it.html








 

Ivano BrambillaIvano Brambilla (02.08.2017-05.08.2017)

Inizia la sua carriera concertistica esibendosi come solista nella sala Verdi del Conservatorio di Milano, accompagnato dall’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, ottenendo lusinghieri consensi di pubblico e critica. E’ docente di clarinetto, suona con varie orchestre ed é attivo nel campo della musica da camera, in varie formazioni. Ha registrato l’integrale delle composizioni per corno di bassetto e clarinetto di Mozart in collaborazione con Antony Pay ed altri cd che spaziano in vari generi musicali, fino ad arrivare al jazz. Si é esibito in manifestazioni di grande prestigio: Palazzo dei congressi di Strasburgo, Texas Tech University e Columbus University U.S.A., Clarinet Festival di Pechino, Clarinetfest di Ostenda. Diplomato anche in mandolino, lo suona da vero “virtuoso” interpretando la sua letteratura originale, tra cui i concerti di Vivaldi per mandolino e archi con Archi della Scala e Orchestra G. d’Arezzo, ed interessanti trascrizioni.








 

Leonardo DossoLeonardo Dosso

Leonardo Dosso, milanese, ha compiuto gli studi musicali sotto l’autorevole guida del Maestro Virginio Bianchi, diplomandosi in fagotto nel 1977 con lode, al Conservatorio di Milano “Giuseppe Verdi”. Vincitore assoluto di numerosi concorsi nazionali e internazionali (Stresa, Ancona, "Auditorium" della RAI, Cesena), sia da solista sia in formazioni da camera, ha subito intrapreso un'intensissima attività cameristica e orchestrale. Ha fondato gruppi storici, come il noto Quintetto Arnold, con il quale si è esibito in tutte le più rinomate sale da concerto del mondo. Il Quintetto Arnold è stato per vent’anni incontrastato protagonista di un intenso movimento cameristico nel repertorio contemporaneo; questa storica formazione ha interpretato con vivo successo oltre cinquanta prime assolute di autori quali Berio (“Ricorrenze” presso l’IRCAM di Parigi, presente Pierre Boulez), Donatoni (“Blow” nell’ambito della rassegna “Musica nel nostro tempo”), De Pablo, Einaudi, Francesconi, Maggi e moltissimi altri. Il Quintetto è stato invitato a tenere corsi in sedi prestigiose, fra le quali spiccano i Ferienkurse di Darmstadt. Sempre nell’ambito del Quintetto, Leonardo Dosso ha promosso la ricerca di manoscritti inediti del Classicismo (Cambini, Briccialdi), in seguito registrati in forma integrale per Stradivarius. Il lavoro svolto dal Quintetto è documentato in una decina di CD, sempre recensiti con apprezzamento sulla stampa specializzata, e spesso citati in autorevoli guide alla discografia mondiale. Innumerevoli le registrazioni richieste al Quintetto dalle maggiori radio internazionali (Darmstadt, Bruxelles, Parigi, Helsinki, Zurigo, ecc). Insieme a Omar Zoboli, Leonardo Dosso è stato fondatore dell’Ottetto Classico Italiano, formazione molto apprezzata a livello europeo nell’interpretazione del repertorio classico. Una collaborazione fra Ottetto Classico Italiano, Radio della Svizzera Italiana e l’etichetta discografica Stradivarius ha permesso la pubblicazione in CD del “Fidelio” di Beethoven in versione per ottetto di fiati. Per diversi anni Leonardo Dosso ha fatto parte anche della formazione “Alpe Adria Ensemble”, composta da musicisti dell’area mitteleuropea, con i quali si è esibito a Vienna, Budapest, Milano e nel resto d’Europa, registrando anche per l’etichetta Hungaroton. In parallelo all’attività cameristica, Leonardo Dosso è stato Primo Fagotto dell’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano; in seguito ha ricoperto per 15 anni il medesimo ruolo nell'Orchestra Sinfonica RAI di Milano (fino alla chiusura). Dal 1994 a oggi collabora con le maggiori orchestre lirico-sinfoniche italiane (“La Fenice” di Venezia, “Comunale” di Bologna, “Carlo Felice” di Genova, Orchestra Filarmonica di Torino e altre). Da alcuni anni è anche Primo Fagotto dell’orchestra “Guido Cantelli” di Milano. Come solista si è esibito con l’orchestra RAI “Alessandro Scarlatti” di Napoli, l’orchestra RAI di Milano, l’orchestra “Accademia” di Parma, l’orchestra “Angelicum” di Milano, e altre. Importanti formazioni internazionali hanno richiesto la sua collaborazione: fra queste, Lindsay Quartet, Arditti Quartet, Netherlands Wind Ensemble, Il Complesso Barocco, Accademia Bizantina, Il Concerto Italiano, I Barocchisti e numerose altre. Negli ultimi anni Leonardo Dosso si è dedicato con successo alla pratica degli strumenti d’epoca (fagotto barocco e fagotto classico), registrando per prestigiose case discografiche quali Deutsche Grammophon, Archiv, Virgin. Già docente di fagotto dei Conservatori “Arrigo Boito” di Parma e “Guido Cantelli” di Novara, dal 2005 Leonardo Dosso insegna presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano.

Presentazione del Laboratorio

Sarà possibile curare la formazione di studenti fagottisti, nello specifico del repertorio solistico antico, moderno e contemporaneo: repertorio e soli d'orchestra; musica da camera con preponderanza di strumenti a fiato, vista la mia decennale esperienza in quest'ambito, specialmente nella formazione del Quintetto a Fiato, ma anche dell'Ottetto e altri ensemble.

http://www.consmilano.it/it/didattica/docenti?cm_p=371







 

Romano PucciNicola Mansutti

Dopo gli studi musicali presso il Conservatorio “J.Tomadini” di Udine si è perfezionato con il m° Fister (Klagenfurt), il m° Volochine e la m° Berinskaja (Portogruaro-VE),il m° Bogdanovich, il m° G.Guglielmo (spalla  Orchestra della “ Fenice”  e  Accademia di S.Cecilia), il m° Koch (spalla Orchestra Filarmonica del Lussemurgo) presso il Conservatorio del Lussemburgo, il m°Alessandro Moccia (spalla Orchestra degli Champs Elysées - Parigi), il m° Rabaglia (Trio di Parma), il m° R.Baldini (Hochschule di Lipsia). Ha coltivato l'interesse per l'analisi e la composizione seguendo i corsi tenuti dal m° Zanettovich. Ha approfondito aspetti di tecnica e prassi esecutiva antica frequentando seminari e corsi, in particolare per il violino barocco col M° S.Montanari (Accademia Bizantina), con il M° G. Fava (Sonatori della Gioiosa Marca) e per ensemble barocco con T. Koopman (Amsterdam Baroque Orchestra). Per diversi anni è stato i violinista della Venice Baroque Orchestra.  Parallelmente, la dedizione allo studio del Novecento storico e alla musica contemporanea lo ha portato a prime esecuzioni di numerosi compositori tra i quali Solbiati, Silvestrini, Solares, Magnoni, Bloland, Sivilotti, Zanettovich, Miani, Perocco e molti altri.

 In qualità di camerista ha suonato per numerose associazioni e rassegne in Italia ed all’estero, in alcune fra le più importanti sale da concerto nei seguenti Paesi : Austria (Musikverein, Konzerthaus - Vienna), Spagna (Teatro Nazionale - Madrid, Teatro Liceu - Barcellona), Francia (Salle Pleyel e Theatre des Champs Elysees - Parigi),  Lussemburgo, Germania (Hercules Saal - Monaco), Olanda (Concertgebouw -Amsterdam),USA (Carnegie Hall- New York, Disney Hall- Los Angeles),  Belgio,  Slovenia (Zankariev Dom - Lubiana),  Croazia, Polonia (Philarmonic Hall-Cracovia), Grecia (teatro Megaron-Atene), Repubblica Ceca (Rudolfinum - Praga), Albania, Romania, Canada, Tunisia , Egitto, Brasile (San Paolo-Memorial da America latina, Bélem-Teatro da Paz), Argentina (Teatro Coliseum - Buenos Aires), Cile, Uruguay (Teatro Solis - Montevideo), registrando per le etichette Agorà, Rivo Alto, RS, ArteSuono, Tau Kay, EpicMusic, Talents, Koinè records, Alfa Music, Rainbow Classics, Archiv, Deutsche Grammophone, SWR, RAI e Radio Televisione Catalana.

 L' attenzione costante per la musica da camera l'ha portato a  fondare il quartetto d’archi Pezzè, intitolato al compositore, didatta e musicologo Piero  Pezzè, compiendo i propri studi di quartetto sotto la guida del m° F.Rossi (Quartetto italiano), del m°  B. Baraz, del m° V. Berlinsky (Quartetto Borodin), del m° B. Giuranna e del Nuovo  Quartetto  Italiano , ottenendo  riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali.

La sua natura eclettica l’ha portato a collaborare anche con  "Cinemazero"  di Pordenone e  con  la  “Cineteca  del   Friuli”  nella esecuzione dal vivo di alcune colonne sonore di  film muti tra i quali 

" La Sentinella della Patria "(primo film muto girato in FVG) pubblicato in CD/DVD e dal 2012 è il violinista del Quinteto Porteño, specializzato in tango-jazz (il recente disco “Rinascimento” distribuito da Egea ha riscosso un ottimo successo di critica e diffusione nelle radio nazionali). Sempre nell’ottica di conoscenza di nuovi linguaggi musicali ha partecipato a progetti con gruppi jazz e gospel fra i quali il “G.Venier Quartet”, il “FVG Gospel Choir”, registrando alcuni dischi (una fiaba musicale, il cd “Gorizia”, ed altri).

  Ha collaborato con numerosi ensemble e orchestre fra i quali, l’Orchestra del Teatro “G.Verdi” di Trieste, l'Orchestra Sinfonica del FVG, la FVG Mitteleuropa Orchestra, l’Orchestra d’Archi Italiana, l’Orchestra Filarmonica del FVG, l’Orchestra Barocca “Tiepolo”, la Venice Baroque Orchestra, l’Ensemble Anticameraviglia, l’Accademia di S.Giorgio (VE), il NovArt Baroque Ensemble, l’Ensemble Mikrokosmos, il Nonetto “Stravinsky”, l’Orchestra Filarmonia Veneta “G.F.Malipiero”,  La Nuova Orchestra “F.Busoni”,  l’Orchestra “Les musiciennes” del Lussemburgo.


 

Pietro MilellaPietro Milella

Pietro Milella nato a Bari, si è diplomato in oboe al Conservatorio di musica “N. Piccinni”di Bari proseguendo poi gli sudi musicali presso la Scuola di Musica di Fiesole con Pietro Borgonovo e il Musikschule Konservatorium di Berna con  C.H. Elhorst.  Ha svolto attività professionale stabile presso diverse Orchestre sinfoniche con tournée in Europa, Cina, Australia esibendosi anche come solista. La registrazione di brani originali per fiati e l’interesse della critica musicale gli hanno consentito di partecipare ad importanti festivals: Donaueschingen  Musiktage Munster, Gasteig di Monaco di Baviera, Concert Music Hall della Filarmonia di Berlino (Germania), Saalfeden, Helmut List Halle di Graz (Austria), Paris Festival de La Villette, Festival Sant Denise, Sablè, Le Mans, Opera of Lille Theatre (Francia),  Camerata Musicale Barese (Bari) Festival Talos di Ruvo di Puglia (BA).  Ha registrato per la Sudwestfunk Tedesca, l'ENJA, Bongiovanni e la RAI. Le sue interpretazioni sono sempre state molto apprezzate per l’originalità e  il virtuosismo strumentale, in duo con il pianoforte, trio di fiati, quintetto di fiati,quintetto di fiati con pianoforte e orchestre da camera. Inoltre si è specializzato nella preparazione (teorica e pratica) di ensemble di fiati e sezione fiati dell'orchestra dirigendo con successo vari progetti. Insegna oboe presso i Conservatori statali italiani dopo aver superato il concorso per titoli ed esami del 1990,  attualmente è docente di oboe presso il Conservatorio di musica ”Giuseppe Tartini” a Trieste.

Incontri con l’Oboe

Una Settimana di lezioni individuali e di gruppo, approfondimenti, laboratori di Musica da Camera, concerti e tanto entusiasmo in vista di esami, concorsi, audizioni . Per allievi effettivi di ogni livello di studio, e per allievi uditori.

SEDE: Comunità degli Italiani di Pola – Circolo- via Carrara 1, 52100 Pola - Croazia

OBIETTIVI e RISULTATI

Costruire una solida base tecnica,  condividere gli elementi per una bella prestazione musicale, stimolare l’interesse personale e risolvere specifiche difficoltà tecniche ed emozionali. Conoscere i diversi stili d'esecuzione e i possibili repertori, dal Barocco ai giorni d’oggi, con la possibilità di partecipare agli eventi culturali.  Porre attenzione alla conoscenza storica di ogni autore, come punto di partenza per confrontarsi sui contenuti  artistici e sulla interpretazione.

Nella attività di studio in classe si acquisiranno:

- le tecniche basilari della respirazione e della tecnica strumentale;

- le tecniche di costruzione  e rifinitura delle ance;

- le tecniche per la messa a punto dello strumento. 


PROGRAMMA

- N. 7   Lezioni individuali della durata di 45 min.

- Musica da Camera, anche con gruppi già formati.

- Laboratori di Musica da Camera. (con la possibilità di formare con altri corsisti)

- Concerti degli allievi nella settimana in corso.


A conclusione delle attività sarà rilasciato un Attestato di Frequenza in qualità di allievo effettivo. Per gli allievi uditori verrà rilasciato un Certificato di Partecipazione al Corso in qualità di allievo uditore. 


**Per particolari esigenze sarà possibile concentrare le lezioni individuali in due o tre giorni, con  eventuale partecipazione ai Concerti serali degli allievi. Fermo restando la distribuzione in tutta la settimana delle lezioni di tecnica collettiva e del laboratori cameristici. 


COSTI

- Allievi effettivi:  euro 200

- Allievi uditori: euro 100

- Gruppi già formati: euro 135

- Quota d’iscrizione: euro 40


RIFLESSIONI DEL DOCENTE e METODO


  La musica è uno stile di vita ed ha bisogno di essere praticata.

  Ogni studente ha qualcosa di speciale da offrire ed uno specifico obiettivo da raggiungere. 


Gli allievi lavoreranno sulle difficoltà tecniche nello studio del repertorio musicale, sicché verranno individuati esercizi personalizzati volti a superare problematiche specifiche. Si ritiene, infatti, che sia essenziale tener conto delle specificità di ogni studente, anche in considerazione della sua struttura corporea. Un approccio generico non è adatto all’insegnamento dello strumento musicale.  Verranno individuate e praticate le posizioni più agevoli per ogni allievo, nonché il tipo di ancia da adottare. 


La lunga esperienza come Docente di Oboe, nonché come Professore D’orchestra, sarà a disposizione di tutti i partecipanti.


Per ogni comunicazione o chiarimento si prega di contattare:

la Direttrice artistica Tatiana Šverko 00385 91 254 4131, 00385 99 210 88 26, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , oppure direttamente il M° Pietro Milella (cell: 347 3112858 – email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 

Romano PucciRomano Pucci

Ha studiato con Silvio Clerici diplomandosi a pieni voti al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Nel 1980 ha vinto il posto di Primo Flauto al Concorso Internazionale dell'Orchestra della Radio Svizzera Italiana, confermandosi come virtuoso dello strumento tra i più raffinati e versatili della sua generazione.
Il noto compositore Goffredo Petrassi lo ha definito “Interprete Esemplare”, i giornali hanno scritto di lui come di “...un flauto magico...”.
Per molti anni Primo Flauto della prestigiosa Orchestra e Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, ha tenuto concerti e realizzato opere e balletti nei più importanti teatri del mondo, collaborando con i migliori direttori d'orchestra di ogni paese quali Muti, Abbado, Metha, Kleiber, Pretre, Maazel, Bernstein, Sinopoli, Baremboim, Chailly.
E' invitato regolarmente come solista da importanti ensembles come gli “Archi della Scala” e si è esibito in un recente concerto con la famosa soprano Mariella Devia.
Ha partecipato a varie trasmissioni televisive e radiofoniche della RAI e di emittenti straniere: è stato ospite musicale in importanti eventi come il “Gran Galà – XLIV Maschera d'argento 1995” e “Telethon 1996”.
In occasione del “Premio Nino Rota” (Roma 1997), ha presentato accanto a Oriella Dorella un particolare arrangiamento del balletto “La Strada”, mentre nell'estate del 1998 ha effettuato una tournee nei più suggestivi teatri della Sicilia, quali “Teatro Greco” (Taormina), “Teatro dei Templi” (Selinunte). Protagonista al fianco di Luciana Savignano (entrambe prime ballerine del Teatro alla Scala).
E' stato protagonista musicale in alcuni lavori del Piccolo Teatro di Milano: “Lettere di Mozart alla Famiglia” e “...Il tormento gira intorno al cuore” con grandi attori come Franca Nuti e Giancarlo Dettori.
Docente presso l'Accademia del Teatro alla Scala, è stato chiamato a tenere Master Class in Italia ed all'Estero.
Collabora come primo flauto con il Teatro dell'Opera di Roma.

www.ensembleclassica.it

 

Sabine Rössert-KoyeSabine Rössert-Koye

Sabine Rössert-Koye ha legato ben presto la sua vita alla musica.  A 17 anni comincia gli studi di canto con Michael Schopper al Conservatorio Richard-Strauss di Monaco di Baviera, dove studia intensamente e approfonditamente Opera e Canto concertistico.

Subito dopo gli studi è stata premiata al Concorso Internazionale di canto della città olandese di S'Hertogenbosch. Nello stesso tempo debutta con il “Flauto Magico” di Mozart allo Staatstheater di Magonza. Il suo percorso artistico, seguito e accompagnato dalla signora Ingeborg Bremert, la conduce tra l'altro a Heidelberg, Friburgo, Vienna, Salisburgo, Innsbruck, Istanbul, in Svizzera, Inghilterra, Italia e Spagna. 

Il suo repertorio di soprano spazia dalla musica rinascimentale alla musica moderna e comprende opere, lavori sacri e letteratura mondiale in otto diverse lingue, così anche Operetta, Musical, repertorio liederistico e il tradizionale Heurigenlied viennese. 

I suoi due nuovi CD live, così come numerose registrazioni radiofoniche e televisive, oltreché il suo ensemble artistico "Salonquartett-Capriccio" recentemente fondato, completano la sua attività.

Dal 2007, grazie alle sue competenze in Logopedia e in impostazione della voce, è docente di Canto all'Università di Regensburg (nella Facoltà di Scienze dell'Arte e Scienze sociali presso l'Istituto di Musicologia e Musicopedagogia) e nella Facoltà di Filosofia (sezione di Pedagogia musicale) di Passau.

http://sprache-stimme-gesang.de


 

Pianoforte e duo pianistico, collaboratori pianistici

Leonardo Angelini

Leonardo Angelini si diploma sotto la guida di Elio Maestosi, dal quale assimila l’eredità pianistica di Guido Agosti e Alfred Cortot. Dopo aver frequentato le Masterclass di Vlado Perlemuter e György Sándor prosegue il suo perfezionamento pianistico dapprima con Piero Rattalino e poi con Aldo Ciccolini.
La sua formazione musicale e culturale si completa nel frattempo con lo studio della Composizione con Vieri Tosatti ed il conseguimento della Laurea in Lettere ad indirizzo storico-musicale a Roma con il massimo dei voti e la lode.
Parallelamente alla sua attività concertistica acquisisce una solida formazione operistica e liederistica. Nel corso della sua ventennale attività in qualità di pianista accompagnatore collabora con Teatri d’Opera (Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Marrucino di Chieti, Opéra de Lausanne), Enti pubblici e privati (Accademia Nazionale di S. Cecilia, Europäische Akademie für Musik und Darstellende Kunst di Köln), cantanti quali Teresa Berganza, Renato Bruson, Fiorenza Cossotto, June Anderson, Luciana Serra, Bernadette Manca di Nissa, Jaume Aragall, Louis Alva, Gianni Raimondi, Margaret Baker-Genovesi e direttori d’orchestra quali Maurizio Arena e Bruno Aprea, ricevendo sempre calorosa stima e apprezzamento per la professionalità e musicalità del suo lavoro.
È attivo sia in Italia che all’estero (Germania, Francia, Svizzera, Croazia) come solista, con un repertorio che spazia da Mozart a Hindemith, e come pianista da camera in concerti liederistici, di Duo strumentale, Trio e Quintetto con archi.
In qualità di maestro collaboratore lavora dal 1999 nei Corsi Internazionali di Perfezionamento Operistico di Sulmona, dove è anche accompagnatore dal 2001 ed unico pianista ufficiale dal 2004 del Concorso Internazionale di Canto Lirico “Maria Caniglia”. È stato accompagnatore ufficiale dei concorsi di canto lirico “Fedora Barbieri”,  “Benvenuto Franci”, “Mario Lanza”, “Cappuccilli, Patanè, Respighi”,  “Myricae”, “Lauri Volpi”.
Nel 2005 viene invitato da Mirella Freni a collaborare presso il CUBEC di Vignola dove lavora per due anni come preparatore di spartito e pianista accompagnatore ai corsi di Mirella Freni, Sergio Bertocchi, Lamberto Puggelli, Eva Wymola.
Ha registrato per la Radio Vaticana e si è esibito ai Festival musicali di Avenches, Verbier ed altre località della Svizzera francese in qualità di maestro concertatore al pianoforte in selezioni sceniche dell’Aida nel 2007, della Traviata nel 2008, della Lucia di Lammermoor nel 2010 e di Rigoletto nel 2011.
 

Pianoforte e Duo pianistico

tatianasverko.jpg

La pianista Tatiana Šverko si è diplomata al Conservatorio “B.Marcello” di Venezia nel 1994 con il M˚ G.Lovato, specializzandosi poi in Concertismo all’Accademia di Perfezionamento di Portogruaro con i proff. P.Rattalino, T.Zelikmann,V.Tropp, G.Specchi e G.Lovato. Ha conseguito successivamente la Laurea in Pianoforte all’Accademia di musica di Zagabria con il Mr.Art. J.Zlatar e sta concludendo il Master in Didattica del pianoforte all'Accademia di Lubiana.
Svolge intensa attività concertistica in Croazia, Slovenia, Italia, Ungheria e Germania. Ha collaborato con varie orchestre italiane, croate e tedesche e con formazioni cameristiche, al clavicembalo e al pianoforte, e con musicisti di chiara fama come G.Blasco, C.Kobal, F.Lotti, R.Stojnić, S.Stell, A.Musizza, A.Brhanić, pianoforte a quattro mani con L.Angelini, A.Čuić (con la quale ha registrato un CD) e L.Mjeda, con i soprani A.Bossi, E.Matijašič, M.Prizzon, M.Biancolin, D.Del Monaco i clarinettisti G.Fonzari, B.Vatovec, B.Škara con il Quartetto “Malpera”, i “Solisti Istriani”, l'Alpe Adria Consort, la Basler Kammer Ensamble Vivaldi ed è tra i fondatori della “Camerata polensis”. Ha collaborato ai Corsi Internazionali di Perfezionamento: “Estate Musica Festival-Hortus Niger” di Verteneglio. Ha inciso dal vivo per TV Capodistria e per Radio Pola. Nel 2009 ha condotto la tramissione „Pola più-Dal magico mondo della lirica“ per la Radio nazionale HRT-Radio Pola. Dal 1994, opera nel campo didattico presso il Centro Studi di Musica Classica “L.Dallapiccola” dell’Unione Italiana a Verteneglio e Pola e alla Scuola di Musica “I.M.Ronjgov” di Pola. È detentrice di diversi premi “Istria Nobilissima” (1990, ’91,’93,’94,’97,’99), il prestigioso premio Promozione in Duo con la giovane pianista Ana Čuić, il Premio al « Rovere d'Oro» di S.Bartolomeo al Mare-Imperia, e quale solista e solista con l'Orchestra al «P.Harris» di Verbania 1999.
Da anni si dedica alla ricerca, allo studio e alla promozione del patrimonio musicale del passato e contemporaneo della Regione Istria e ha interpretato brani dei compositori istriani ai Convegni su A.Smareglia, L.Dallapiccola, S.Zlatić e N.Milotti.
È direttrice artistica ed ideatrice dei Laboratori musicali «Arena International» di Pola ed  è membro attivo dell'Associazione dei musicisti croati (HDGU).

 

Organo e Musica sacra

Eugen SagmeisterEugen Sagmeister è stato nato nel 1940 a Graz in Austria. Poi con i genitori si è trasferito a Passau, città tedesca sul Danubio vicino alla frontiera austriaca, dove ha frequentato la scuola elementare e media (per la durata di nove anni) nell’indirizzo Meccanico per automobili. Dal 1965 al 1970 ha compiuto gli studi di Musica sacra ed ha superato l’esame di maturità all’Accademia di Bruckner a Linz in Austria.Dal 1964 al 1970 è stato il Direttore del complesso corale e l’organista alla parocchia di San Paolo nella città di Passau/Germania. Nel 1971 il Vescovo della Diocesi di Passau lo inserisce nella città di Freyung come Cantore Regionale per le sovrintendenze di Freyung, Grafenau e Regen – città della Foresta Bavarese con il compito di istruire direttori di cori, organisti e cantori di musica sacra di questa regione. Dal 1972 è il Direttore del coro parocchiale di Freyung. Nel 1973 fonda la Scuola di musicacittadina di Feyung e ne è stato il Direttore fino al 1983. Dal 1974 è il Direttore dell’Orchestra da camera di Freyung. Negli ultimi 15 anni si è impegnato nel progetto per la divulgazione della musica sacra in Croazia, donando, assieme alla ditta di costruzione di organi Ahlborn, più di 150 strumenti che si trovano nelle varie scuole, università, privati e soprattutto nelle chiese in Istria, Dalmazia, Zagabria e fino alla città Vukovar, diventando così nel 2002 cittadino onorario della Città di Pola.

 

Violino e Musica da camera

Malpera.jpgDelio Malpera nato a Pola dove frequenta il Liceo musicale. Continua gli studi presso l’Accademia musicale di Zagabria studiando con i proff.: Vrbančić, Petrović Pinkav e Košir. Dopo la Laurea, nel 1975, prosegue gli studi a Basilea in Svizzera, nella classe del M° R.Lorković, assistente del rinomato Max Rostal. Sia come solista che in formazioni da camera, collabora con rinomati artisti (R.Filjak, M.Fasbaender, M.FliesŠimatović, J.Kolundžija, Lj.Gašparović, Z.Dukić, F.Došek,...), ed in formazioni quali “European Master Orchestra”, nel Quartetto “Pro Arte”, con l'Orchestra da camera istriana e con i “Solisti istriani”. Nel 1994 ha fondato il Quartetto “Malpera”. Si è esibito in Italia, Russia, Scandinavia, Germania, Ucraina, Austria, Corea del Sud, Svizzera e Croazia. Quale didatta, opera a Zagabria ed i suoi allievi partecipano ai concorsi nazionali ed internazionali riportando ottimi risultati. Fa parte di diverse giurie di concorsi per violino e viola, a livello regionale e nazionale. 22 Ha fatto parte dell'organizzazione della Scuola musicale estiva di Medolino nel 1994. Già da alcuni anni fa parte del “HGDU” (Società dei musicisti croati). Ha conseguito il titolo di professore consulente per il violino.

 
There are no translations available.

VIOLINA, KOMORNA GLAZBA I ORKESTAR

Natalija Čabrunić PfeiferViolinistica Natalija Čabrunić Pfeifer je rođena 1977.godine  u Puli, gdje je 1995.godine maturirala iz violine i 1996.godine na glazbeno teoretskom odjelu. 1996.godine upisuje studij violine na ljubljanskoj Akademiji za glazbu te je 2001.godine uspješno diplomirala u klasi prof.Monike Skalar.

Od 2000.godine je stalno zaposlena članica na prvim violinama u orkestru SNG Opere i baleta Ljubljana te je 2011.godine dobila naziv Priznatog orkestralnog glazbenika.

Još od rane mladosti koncertira solistično te u komornim sastavima u zemlji i inozemstvu. Svirala je u baroknom ansamblu Istarski solisti, Klavirski kvartet Pro et Contra, Duo flauta/violina Pas de deux, Gudački kvartet Rožmarin (koncerti u Sloveniji i Njemačkoj) i Trio Entuziastik za kojeg piše vlastite aranžmane. Bila je također članica komornih orkestara Pro Arte, Slovenicum i Camerata Slovenica. Redovito sudjeluje s brojnim priznatim orkestrima u zemlji i inozemstvu kao što su orkestar Slovenske Filharmonije, Simfonijski orkestar RTV Slovenije, orkestar SNG Maribor, orkestar Sveučilišta Jurja Dobrile u Puli, Medjunarodni orkestar Sarajevo te mnogim drugima s kojima svira na koncertima u humanitarne svrhe.

Solistično je nastupala s orkestrom SNG Opere i baleta Ljubljana te s Puhačkim orkestrom Grada Pule.

Piše vlastite aranžmane za solo violinu, duet glas/violina,duet violina/fagot, duet violina/viola, gudački trio te klavirski trio - klavir, violina i flauta.

Snimala je glazbu za razne kazališne i lutkarske predstave, rock grupe te filmove u Hrvatskoj i Sloveniji.

Višestruka je dobitnica nagrada na međunarodnom natjecanju Istria Nobilissima u Rijeci. 2000.godine je dobila II. nagradu,a godine 2002. i 2004. posebno priznanje za najbolju interpretaciju.

Usavršavala se na brojnim majstorskim tečajevima poznatih violinista od kojih značajniji su Asja Kouchner, Maja Dešpalj Begović, Stefan Milenkovich.

Nastupala je kao solo violinistica na brojnim otvorenjima izložbi poznatih slikara kao što su Vatroslav Kuliš, Josip Račić, Leo Junek te na pjesničkim večerima značajnijh pisaca u zemlji i inozemstvu. Svira često kao solistica na podjelama Prešernovih nagrada kao i drugih nagrada i diploma na ljubljanskim fakultetama.

Od 2004. do 2009.godine je predavala violinu na Glazbenoj školi Frana Gerbiča u Cerknici. Entuzijazam i velika ljubav prema učenicima bila je ključna nit uspjeha, njeni su učenici redovito odlazili na državna i međunarodna natjecanja te bili dobitnici mnogobrojnih nagrada. 2007.godine je dobila od gradonačelnika Općine Cerknica Priznanje za uspješno mentorstvo za 2006/2007. godinu. Rad s učenicima u potpunosti ju ispunjuje, s ljubavlju prenosi svoje znanje i posebnu pažnju u radu s učenicima pridaje otklanjanju treme.

2008.godine je započela još jedan prekrasan put  u svojem životu, koji  pored violine i njene obitelji dodatno ispunjuje njeno srce i može sebe izraziti u potpunom smislu. Izrada njenog unikatnog nakita i dekoracija staklenih vaza u  još neviđenoj tehnici svaki put očarava, a također je neopisivo  oduševljenje ponosnih vlasnica njenog nakita.

Aktivno govori hrvatski, slovenski, talijanski i engleski jezik te je prošle godine završila studij 3. stupnja hebrejskog jezika preko interneta na  Akademiji za hebrejski jezik u Jeruzalemu. Pasivno govori francuski i španjolski jezik.

Natalija Čabrunić Pfeifer je umjetnica koja dokazuje svojom karijerom, svojim karakterom, jakim  temperamentom, oduševljenjem životom te neopisivom ljubavlju prema svom rodnom gradu Puli, kako nije teško ostvariti svoje želje, ako se to uistinu svim srcem želi.

http://www.arsem.si/2017/07/17/natalija-cabrunic-pfeifer/

 

Violoncello e Musica da camera

Dubravka JančićDubravka Jančić, nata a Zagabria nel 1973. Dopo l'esame di maturità in pianoforte nel 1989 nella classe della prof.ssa Ž. Milić e poi in violoncello nel 1992 on il prof. S. Prašelj continua i suoi studi di violoncello all'Accademia di musica di Zagabria nella classe della prof. Valter Dešpalj. Durante gli studi fa parte di diversi complessi da camera, dal duo con la chitarra all'otteto di violoncelli (Cellomania). Si perfeziona alle Masterclass dei proff.: D. Grigorjan, M. Steinkuller, V. Dešpalj, affiancando sempre anche l'attività concertistica, esibendosi in Croazia e all'estero con il Trio Barocco IDA. Dopo aver conseguito la Laurea, lavora per un anno alla Scuola di Musica Inferiore «Ivan Zajc», e dal 1997 alla Scuola di Musica «Blagoje Bersa» dove insegna sia violoncello che Musica da camera e dove prepara l'Orchestra d'archi dei corsi inferiori. Trasmette costantemente la sua passione per la musica cameristica ai suoi allievi sia nei vari complessi che nell'esecuzione solistica e consegue sempre ottimi risulati nei concorsi regionali e nazionali, partecipando poi agli importanti concerti della Scuola. Dal 2010 fa parte del Trio pianistico Bersa.

Impressioni

 

Chitarra E MUSICA DA CAMERA

Zarko IgnjatovicŽarko Ignjatović è nato a Pola nel 1961. Prima di iscriversi all’Accademia di Musica di Zagabria partecipa con successo a diversi concorsi per giovani musicisti. Dal 1981 studia contemporaneamente a Zagabria ed a Graz (Austria) alla “Hochschule für Musik und darstellende Kunst” (scuola superiore di musica e di arti applicate). Nel 1983 consegue la laurea all’Accademia di Zagabria nella classe del prof.D.Petrinjak. Nel 1987 si laurea a pieni voti anche a Graz nella classe della prof.M.Bäuml Klasinc.Nel 1995 completa gli studi postlaurea al “Mozarteum-Hochschule für Musik und darstellende Kunst” di Salisburgo (Austria) nella classe del prof.E.Fisk. Ha partecipato attivamente a numerosi seminari e corsi di perfezionamento tenuti da artisti di fama mondiale: J.Bream, J.Williams…Dal 1984 vive e opera a Lubiana (Slovenia), dove prosegue la sua ricca attività musicale esibendosi in numerosi concerti e partecipando a vari concorsi nazionali. Insegna chitarra e musica da camera alla Facoltà di Pedagogia di Maribor e alla Scuola Superiore di Musica e di Danza di Lubiana. Oltre ad esibirsi in concerti solistici, collabora in diversa formazioni cameristiche. Incide regolarmente per la radio e la TV nazionale. Finora ha inciso 2 CD da solista e diversi in musica da camera.

Impressioni

 

FLauto e Media contemporanei

Edoardo MilaniEdoardo Milani ha studiato pianoforte e flauto presso il Conservatorio G. Tartini di Trieste. In seguito si è diplomato in Musica e nuove tecnologie e Composizione musicale elettronica. Ha collaborato stabilmente con vari enti radiotelevisivi come RTV Slovenja, RAI e RSR in qualità di programmista regista e redattore musicale. E’ stato insegnante in varie istituzioni private e attualmente presso la scuola di musica di Capodistria. Ha all’attivo varie incisioni discografiche di sue composizioni.
Lingue parlate: Italiano (***) Inglese (***) Francese (**) Sloveno (*)







Proposta artistica Arena International 2015

1 – laboratori di musica di insieme per piccoli gruppi di giovani strumentisti. (Intonazione, dinamiche, analisi della partitura, interpretazione, respirazione etc..)

2 – laboratorio di composizione musicale elettronica per strumentisti (base)*

3 – laboratorio di composizione musicale elettronica per strumentisti (avanzato)*

* come amplificare il proprio strumento, gestione degli effetti, pressioni acustiche in relazione all’ambiente della performance, software dedicati per la composizione e per il live electronics

4 – laboratorio di videomusica
[al termine di ciascun laboratorio verrà presentato un lavoro preparato dagli allievi]

5 – analisi e interpretazione del repertorio flautistico (livello base e medio)

6 – collaborazione all’ensemble orchestrale e all’organico (dove serve) delle varie formazioni

7 – documentazione video e pubblicazione on line di alcuni degli eventi


Kvartet Bora

Bora flute quartet

Costituitosi nel 2011, il quartetto di flauti BORA è un ensemble formato da quattro flautisti (Paula Bencic, Claudia Martorel, Micol Mechi, Edoardo Milani) di diversa estrazione musicale. Tale assortimento influisce sul repertorio scelto che non si pone limiti se non quello della coerenza nei programmi proposti. Dal barocco alla musica pop, passando per la musica contemporanea e il jazz. L’obiettivo è quello di avvicinare il pubblico all’ascolto della musica proposto da un quartetto di flauti. Il nome “Bora” ha vari riferimenti: le quattro lettere, come i quattro componenti, il vento di bora che è caratteristico dell’area di provenienza dei musicisti e che si ricollega alla colonna d’aria dalla quale si genera il suono del flauto.

Laboratorio di interpretazione musicale elettronica per strumentisti e compositori

Anche nella musica si parla sempre più spesso di realtà aumentata ovvero di sistemi che incrementano il livello percettivo di uno spettatore. E’ sempre più importante perciò per lo strumentista contemporaneo esercitare una certa padronanza anche sulla tecnologia più semplice per essere in grado di accedere a nuove possibilità espressive.

In questo modulo verranno presentati i principali sistemi che permettono anche al musicista inesperto in campo informatico di sperimentare in modo semplice e creativo queste nuove possibilità sia dal punto di vista della prassi esecutiva che da quello dell’elaborazione del segnale in funzione della creazione artistica. I corsi individuali rivolti a qualsiasi livello verranno personalizzati in base alla creatività del candidato: performance live, improvvisazione, composizione musicale elettronica, interpretazione di opere elettroacustiche già esistenti per il proprio strumento.

Edoardo Milani ha studiato pianoforte, flauto presso il conservatorio G. Tartini di Trieste dove attualmente è iscritto al corso di Oboe. Diplomato in musica elettronica e composizione videomusicale presso lo stesso conservatorio, si occupa di produzione musicale e radiofonica. Compositore e arrangiatore ha una lunga esperienza anche come didatta avendo lavorato per varie istituzioni private e recentemente presso la scuola di musica di Capodistria. Oltre alle varie esperienze internazionali (Università Pompeu Fabra di Barcelona e Conservatoire national supérieur de musique et de dance di Lione) è stato direttore tecnico del festival di musica contemporanea “Luigi Nono”.

edoardo-milani.jpg

 

Clarinetto

Tadej KenigTadej Kenig, clarinettista sloveno nato nel 1978 a Lubiana, solista dell' Orchestra sinfonica slovena, dell' Opera e del Balletto di Lubiana e docente all'Accademia di musica di Lubiana, si è laureato in clarinetto all'Accademia musicale di Lubiana nella classe del prof. S.Goričar nel 2001. Ha studiato presso la Hochschüle für Music der Stadt Basel nella classe di postdiploma del pedagogo e del solista di fama mondiale Francoise Bende conseguendo il Master con il massimo dei voti nel 2004. Si è perfezionato in musica da camera e clarinetto con F.Bendi, A.Carbonare, T.Demengi, A.Vardi, M.Kliegel, F.Hermann e H.Beyerle. E' stato pluripremiato ai concorsi nazionali ed intenazionali: I premio per musica da camera e clarinetto solo per Giovani musicisti nel 2000 e nel 2001 e I premio per clarinetto solo al Concorso internazionale „Marco Fiorindo“ a Torino e per i lodevoli risultati è stato insignito del Premio Prešern dell' Università degli Studi di Lubiana. Come solista e in ansamble da camera si esibisce con succeso in slovenia e all'estero. È membro del Trio Adriars, del Quintetto di fiati Artvento. Si è esibito in concerti in Slovenia, Croazia, Italia, Austria, Germania, Francia Svizzera, Grecia, Brasile e India. Come solista collabora con l'Orchestra filarmonica slovena, l'Orchestra sinfonica di Basilea, l'Orchestra da camera di Bratislava, l'Ansamble Cantus, l'Orchestra del Teatro sloveno di Lubiana, ed ha collaborato con direttori quali Marco Letonja, Stefan Sanderling, Othmar Maga, Loris Voltolini, Berislav Šipuš ed i solsti quali Felix Rengli, Omar Zovoli, Sergio Azzollini. Collabora pure con i più grandi nomi della musica contemporanea europea: Heinz 32 Holliger, Krzysztof Penderecki, Jürg Henneberger, Jürg Wyttenbach, Žiga Stanič e altri. Collabora pure con diversi compositori sloveni che gli dedicano la loro musica. Ha partecipato al 24˚ Fetival di Musica contemporaea Biennale di Zagabria nel 2007, al Festival Electromediaworks ad Atene e al Festival di musica contemporanea di Abedeen in Scozia. Ha regiatrato per diverse case editrici importanti europee. Dal 2008 collabora con le Accademie di musica d Lubiana, Basilea e Lugano quale docente e concertista.

Impressioni

 

Tromba e brass ansamble

Paul WindschüttlPaul Windschüttl è nato nel 1954 a Thanstein in Baviera/Oberpfalz. Dopo la Maturità ha intrapreso gli studi di Musica Sacra alla Hochschule für Katholische Kirchenmusik und Musikpädagogik di Rattisbona. Ha continuato poi gli studi di Tromba dal 1980 al 1983 con il Prof. Willy Bauer e poi nella classe del M⁰ Paul Lachenmeir alla Hochschule für Musik  a Monaco di Baviera, e più tardi anche Clavicembalo e Basso continuo con Eberhard Kraus, organista del Duomo di Rattisbona.
Paul Windschüttl è un talento eclettico. Oltre ad essere il Direttore della Landkreismusikschule Cham (Scuola di Musica della Regione di Cham) è anche un eccellente Solista alla tromba, membro di diverse famose orchestre ed ensamble, organista, direttore d’orchestra, docente all’Università ed alla  Hochschule für Kath. Kirchenmusik und Musikpädagogik di di Rattisbona e compositore.
Le numerose tournee concertistiche lo hanno portato in tutta Europa, negli USA e in Asia, come in Cina, Hongkong e Shanghai. Oltre ai diversi premi conseguiti è stato insignito con la Medaglia al valore della Repubblica tedesca conferitagli dal Presidente di Stato Horst Köhler per il contributo alla musica ed alla cultura e quale artista emerito.

 

Opera

Alessandro SvabAlessandro Svab nato a Trieste, entra appena diciottenne nel coro del Teatro "G. Verdi" della sua città. Nel 1985 debutta in Mozart e Salieri di Rimskij-Korsakov e successivamente segue dei Master di perfezionamento presso l'Accademia Chigiana di Siena e frequenta i corsi sulla vocalità mozartiana (Progetto Mozart - Da Ponte) tenuti dal M° Claudio Desderi presso la Scuola di Musica di Fiesole. Il suo debutto in ambito internazionale avviene nel 1990 all'International Britten Festival di Aldeburgh (GB). Nel 1993 risulta vincitore del XXV° Concorso Internazionale "Toti Dal Monte" nel ruolo del Conte Rodolfo nella Sonnambula di V. Bellini. Nello stesso anno debutta al Teatro alla Scala nella Vestale di Spontini diretta dal M° Riccardo Muti e vi ritorna nella prima rappresentazione assoluta di Tat'jana di A. Corghi con la regia di Peter Stein e successivamente in Lucrezia Borgia di G.Donizetti diretta da M° Renato Palumbo con la regia di Hugo de Ana. La sua intensa carriera operistica l'ha portato ad esibirsi nei più importanti teatri e festival italiani ed esteri, quali il Teatro alla Scala e Arcimboldi di Milano, il Teatro dell'Opera, l'Accademia di Santa Cecilia, le Terme di Caracalla ed Il Parco della Musica di Roma, il Teatro Massimo e di Verdura di Palermo, il Comunale di Bologna, il Regio di Parma, i Teatri Bellini di Catania, Regio di Torino, Verdi di Trieste, Filarmonico di Verona, Carlo Felice di Genova.., nei Festival di Aldeburgh, Wexford oltre che ad Hollywood, Tokyo, Osaka, Kyoto, Parigi, Berlino, Bilbao, Valencia, Lausanna...in ruoli quali: Leporello, Figaro, Sarastro, Timur, Silva, Attila, Banco, Oroveso, Bartolo, Don Basilio, Nick Shadow, Escamillo, Dulcamara.., sotto la direzione dei maestri Ahronovich, Arena, Bartoletti, Bellugi, Campanella, Ferro, Gatti, Jacobs, Maag, Muti, Oren, Palumbo, Pidò, Ranzani, Renzetti, Santi...e registi Abbado, Bertman, Brockhaus, Carsen, Cavani, Cox, de Ana, Pier'Alli, Pizzi, Plaza, Ripa di Meana, Stein, Vick. Il suo repertorio spazia dal barocco al novecento di cui ricordiamo alcune prime esecuzioni mondiali: Il Re Teodoro a Venezia di H. W. Henze, la Tat'jana di A. Corghi, Il tempo sospeso del volo di N.Sani, Miracolo a Milano di G. Battistelli e Il re nudo di L. Lombardi. Il vasto repertorio concertistico include opere quali la IX Sinfonia e la Missa Solemnis di L. van Beethoven, la Petite Messe Solennelle di G.Rossini, la XIV Sinfonia di D.Šostakovich, la Messa di Requiem di G.Verdi e lo Stabat Mater di A.Dvorák. Ha registrato per la RAI, BBC, Medusa, Nuova Era, Dynamic, Naxos. Dal 1995 si divide tra palcoscenico e formazione giovanile coordinando e tenendo corsi di perfezionamento in Italia, Slovenia, Rep. Ceca e dal 2006 è docente presso l'università "Sichuan Conservatory of Music" di Chengdu in Cina. Nel 2008 costituisce l'Accademia Lirica Santa Croce di Trieste- Scuola Internazionale di Canto, un laboratorio che dà la possibilità ai giovani cantanti di mettere in scena le opere in studio. Nel 2009 elabora il progetto "Ragazzi...all'opera!" con lo scopo di far sperimentare il palcoscenico ai bambini-ragazzi avvicinandoli così alla musica classica e lirica.Nel 2012 i bambini allievi delle scuole primarie e secondarie partecipanti a tale progetto sono stati più di 3000, ognuno dei quali ha avuto la possibilità di provare l'emozione di cantare sul palcoscenico insieme ai cantanti dell'Accademia. Nel Marzo del 2012 dà il via ad un nuovo progetto dedicato all'importanza dell'insegnameto del Belcanto italiano nel mondo, con un primo viaggio in Russia nei conservatori di Mosca e Rostov sul Don, nei quali ha selezionato giovani cantanti che parteciperanno alla Masterclass sul Don Giovanni di Mozart a Trieste nell'Agosto 2012 con la conseguente messa in scena. Nell'Aprile 2012 a Chengdu presso il conservatorio di Sichuan, uno dei più grandi conservatori del mondo, dà il via alla prima collaborazione con la partecipazione di quattro cantanti dell’Accademia nella realizzazione dell'opera Le Nozze di Figaro in un cast misto composto da cantanti cinesi ed italiani.

Impressioni

 

SOLO Canto

Maria Grazia Biancolin Maria Grazia Biancolin si è diplomata in Canto presso il Conservatorio di Musica "A.Stefani" di Castelfranco Veneto con i M.i.P.Ferraris e M.Salimbeni e in pianoforte, al Conservatorio "F.Venezza" di Rovigo con il M° G.Lovato. Ha collaborato con il Coro del Teatro "La Fenice" di Venezia, a Milano al Teatro Litta. Ha cantato nella IV Sinfonia di Mahler per la presentazione del libro „Maher“ di Q.Principe. Ha cantato in vari concerti di musica lirica, da camera e sacra in varie città italiane e all'estero. Nella stagione Lirica 1990-'91 ha debuttato al teatro "La Fenice" di Venezia nell'opera "Lulu'" di A.Berg. Al Laboratorio di Teatro Musicale Barocco di Venezia debutta nell' anteprima mondiale dell'opera lirica il " Madoro" di F.Lucia e A.Aureli al Teatro Goldoni di Venezia. Nel 991 al Concorso nazionale si classifica al IV posto e tra i finalisti€, nel '92, al Concorso Nazionale Messaggi a Sutri (Viterbo). Allo stage "Musici Artis" con il M°C.Desderi interpreta il ruolo di Zerlina nell'opera "Don Giovanni" di Mozart. Ha registrato il CD "Lipso" Atto Lirico, di P.Magliaccio e L.Menetto in collaborazione con l'Associazione Venezia Alata e Fondazione Levi, la musicassetta del musicista L.Grappasonno, il CD di Musica Sacra con l'organista P.Sagrillo. Svolge attività didattica Canto Lirico e Pianoforte all'Istituto Musicale "Opitergium” di Oderzo. Collabora con diverse orchestre e altre formazioni musicali. Nel 2002 ha cantato alla Basilica del Santo l’Oratorio “La gloria nascosta” di M.Kolbe. Dal 2002 dirige il Coro dell’Opitergium Festival.

Impressioni

 

Orietta Richter ŠverkoInsegnante di cultura musicale e lingua italiana alla Scuola elementare di Dignano, dal 1965. Diplomata in musicologia e lingua italiana presso la Facoltà di Filosofia di Lubiana.

Per una decina di anni ha insegnato Arte musicale al Ginnasio italiano di Pola (SMSI) ed ha diretto il Coro femminile della Scuola, riportando un notevole successo in Città.

Direttrice di Cori, della Scuola elementare, per diversi anni ha diretto il coretto dei Minicantanti della CI di Pola, e dal 1965 quello della CI di Dignano, la Corale mista della CI di Dignano, e da alcuni anni il Coro femminile e misto della SAC „L.Mariani“ di Pola. Con i cori ha partecipato a diversi concorsi nazionali ed internazionali facendosi notare per il buon livello artistico  (I Premio alla Rassegna dei cori dell' UIIF alla Corale mista di Dignano, 1966).

Oltre ad  insegnare si occupa di critica musicale (La voce del popolo) e di ricerca musicologica (ha partecipato a Convegni musicali sui grandi autori istriani).

Cura la parte musicologica dell' „Arena International“, i Laboratori musicali che dal 2002 si tengono presso la CI di Pola.

È autrice dei tre volumi del Canzoniere per le Scuole elementari italiane di Croazia e Slovenia.

Ha collaborato alla creazione dei programmi ministeriali di cultura musicale per le scuole elementari e medie.

Ha conseguito diversi riconoscimenti per il lavoro nel campo didattico.

È coordinatrice didattica al Centro Studi di Musica Classica „L.Dallapiccola“ dell'UI della Sezione di Pola nel quale insegna dalla sua fondazione, 1991.

 
Altri articoli...